Vai al contenuto

Da romano non amo ammettere i primati ambrosiani, tantomeno quando ci sono. Faccio una delle poche eccezioni riconoscendo nella professionalità sviluppata da Pellegatta e Zambeletti una “eccellenza” milanese. Dopo 25 anni di attività, la loro AdHoc Communications ha avuto modo di farsi apprezzare e ricercare anche alle latitudini della Capitale. Segno di flessibilità e contemporaneità nel cogliere le esigenze di clienti diversi – imprese private o enti pubblici – per accompagnarli nel futuro dell’Italia. I compleanni servono a verificare la qualità delle persone e delle loro creazioni. Se nel tempo si continua a percepire il valore delle cose, vuol dire che sono cose di valore. Complimenti a Pellegatta e Zambeletti e al loro staff!
Gli aggettivi con cui definirei Ad hoc sono: autorevole, flessibile, imprevedibile

Antonio Mastrapasqua

Proger