Vai al contenuto

"È stata la seconda casa in cui ho vissuto grandi sfide"

Ho una lunga serie di bei ricordi di Ad Hoc, è stata una famiglia che mi ha accolto e dalla quale ho imparato molto. Quando sono arrivato, nel gennaio 2009, ho trovato, sulla mia nuova scrivania, un pacchetto di bigliettini da visita, di cui andavo molto fiero: Ad Hoc era l’agenzia in cui tutti avrebbero voluto lavorare. Nei sette anni successivi è stata la seconda casa in cui ho vissuto grandi sfide, assistito a battaglie che hanno modificato lo scenario della finanza italiana e conosciuto persone che sono state determinanti per la mia carriera. A distanza di tempo ho capito che l’agenzia è rimasta il biglietto da visita che ha schiuso le porte di altre, belle, opportunità professionali che mi sono state offerte dopo che, alla fine del 2015, ho deciso, a malincuore, di lasciare Ad Hoc.

Daniele Biolcati

Responsabile Marketing & Comunicazione
Credito Fondiario